Mai più soli… Insieme ci riusciamo!

X
Seguici sulla nostra newsletter

20.03.2020

Mai più soli. Insieme ci riusciamo

Il Coronavirus ha cambiato le abitudini ma non il nostro spirito di condivisione e risposta ai bisogni

“Mai più soli. Insieme ci riusciamo”. Mai come in questo momento il claim di Solidarietà e Servizi è attuale. Diventa azione, vicinanza, capacità di empatia, aiuto e sostegno in ogni ambito. Perché, se l’emergenza Coronavirus ha imposto una revisione delle attività della cooperativa, con la sospensione di alcuni servizi e il potenziamento di altri, la riorganizzazione del personale e l’adozione di misure straordinarie, lo spirito complessivo non è cambiato: «Siamo sempre vicini alle persone, attenti alle loro esigenze e, nel rispetto delle normative, facciamo sentire la nostra voce, tutti insieme», osserva il presidente del Consiglio di Gestione, Domenico Pietrantonio.

Le prime decisioni che sono state assunte hanno interessato i servizi erogati. «In questo, ci siamo attenuti alle disposizioni dei DPCM: le attività diurne sono state chiuse, mentre quelle residenziali hanno proseguito la loro attività, rivista e necessariamente potenziata», prosegue Pietrantonio. «Non è cambiato il nostro orizzonte: le famiglie e le persone fragili di cui ci occupiamo quotidianamente sono sempre nel nostro cuore. Per alcuni i contatti si sono fatti “virtuali”, ma non per questo meno sentiti».

Non certo secondo è il capitolo della sicurezza sanitaria. «Ci siamo già attivati, pur nella difficoltà generale,  per il reperimento dei dispositivi di protezione individuale - DPI - che sono necessari per quanti continuano a lavorare in questi giorni», prosegue. «Abbiamo degli ordini in corso e stiamo presidiando con estrema attenzione questo aspetto che è di fondamentale importanza per l’incolumità degli operatori e delle persone di cui ci occupiamo».

Capitolo dipendenti. «Sono stati attivati gli ammortizzatori sociali previsti per sostenere la chiusura e la riduzione delle attività che abbiamo dovuto attuare. La richiesta è stata presentata per l’attivazione del Fondo Integrazione Salariale che prevede l’erogazione dell’80% della remunerazione».

Lo sforzo che Solidarietà e Servizi sta mettendo in atto in queste settimane è decisamente elevato. «Si tratta di un impegno che non sarebbe possibile se non sostenuto da tutti i responsabili della cooperativa e dal Consiglio di Gestione: stiamo lavorando giorno per giorno, con un costante confronto, sulla base delle indicazioni che ci arrivano per affrontare al meglio le diverse situazioni emergenziali».

In un momento unico, assolutamente straordinario e di grande emergenza, spesso però sono i piccoli gesti a fare la differenza. «L’invito a restare a casa, cui abbiamo dato conto con la sospensione di diversi servizi, si traduce spesso in una solitudine difficile da superare. Le pareti entro le quali veniamo ricondotti per un necessario quanto indispensabile comportamento volto a contenere la diffusione dell’epidemia diventano un limite invalicabile in ogni senso. Una parola di attenzione, una telefonata o un messaggio sono gli strumenti che, nella maggior parte dei casi, abbiamo a disposizione. Usiamoli e facciamoli usare: il nostro “mai più soli” si concretizza anche attraverso di loro perché tutti, nessuno escluso, “insieme ci riusciamo”. E anche questo momento, per quanto drammatico, ce lo metteremo alle spalle. Grazie a tutti per quello che state facendo».